Il Centro TIAMA é un servizio de


TSCYC
TSCYC

TRAUMA SYMPTOM CHECKLIST
for YOUNG CHILDREN
di J. Briere (2005) adattamento italiano 2015 di C. Pessina, S. Agosti, ML. Benincasa, D. D'Elia, G. Noto, G. Roccaforte, A.M. Scapicchio, U.C. Seassaro e C. Somigli. Hogrefe ed., Firenze
www.hogrefe.ita

La TSCYC è un questionario che viene utilizzato per la valutazione della sintomatologia post-traumatica acuta e cronica nei bambini tra i 3 e i 12 anni.
E' un test auto-somministrato e viene compilato dal datore di cura del bambino che deve riferirsi al mese precedente e indicare quanto spesso ha visto ognuno dei comportamenti descritti.
Ogni item è valutato secondo una scala Likert da 1 (mai) a 4 (molto spesso). Viene anche valutata la quantità di tempo che il caregiver passa a contatto con il bambino in una settimana.
Il profilo si ottiene confrontando i punteggi relativi al bambino con i dati normativi derivati da ampi campioni di riferimento dello stesso sesso e della stessa età (3 fasce di età).
Il test prevede 2 scale di validità
• il livello di sensibilità/responsività (LR): l'adulto è evitante o difensivo rispetto al bambino per cui tende a negare o a minimizzare alcuni aspetti del comportamento del bambino stesso
• risposte atipiche (RAT): indica la tendenza del caregiver a sovrastimare i sintomi citati negli item e 9 scale cliniche:
• ansia (ANS): misura il livello di paura e preoccupazione osservate nel bambino. Alti punteggi a questa scala sono spesso correlati a precedente vittimizzazione o all'esser stati testimoni di violenza verso altre persone
• depressione (DEP): indica le sensazioni, i pensieri, le azioni e i comportamenti associati a tristezza, mancanza di felicità e depressione osservate nel bambino. Alti punteggi in questa scala possono essere associati ad alto rischio di tentati suicidi e comportamenti auto-lesionistici
• rabbia-aggressività (RAB): valuta la quantità di rabbia o aggressività osservate nel bambino, indica ostilità, irritabilità, aggressività ed in alcuni casi disturbo della condotta.
• stress post-traumatico prende in considerazione tre aspetti dello stress post traumatico: ( PTS-I ): misura l'intrusività dei ricordi traumatici e quindi un punteggio elevato indica che i pensieri e le azioni attuali sono fortemente influenzati dal vissuto traumatico.
( PTS-EV) misura l'evitamento: indica che il soggetto utilizza strategie cognitive, comportamentali o emozionali di evitamento per impedire di provare stress post traumatico.
( PTS-AR ) arousal: valuta l'attivazione del sistema nervoso simpatico. Spesso i soggetti appaiono iper-attivi, facilmente eccitabili, tesi, con problemi di concentrazione, disturbi del sonno, iper-vigilanza. Un'ultima scala sullo stress post traumatico ( PTS-TOT), data dalla somma dei 3 indici precedenti, dà informazioni meno precise ma permette una valutazione globale dello stress provato dal bambino
• dissociazione (DIS): indica la presenza di assorbimento su se stessi, fantasie fenomeni simili al trance ed altri possibili sintomi dissociativi
°preoccupazioni sessuali (PS) misura la quantità di malessere e di preoccupazione riguardanti il sesso presenti nel soggetto.  Non sempre sono aspetti sintomatici di per se stessi ma per il loro essere atipici rispetto all'età sono rilevanti.  Un alto punteggio è spesso associato ad abuso sessuale (anche se non tutti i soggetti abusati hanno punteggi alti).